Regolamento per l’utilizzo delle postazioni informatiche e per l’accesso a Internet presso la Biblioteca della Scuola di Scienze Mediche e Farmaceutiche



Il servizio di accesso ad Internet dalle postazioni informatiche della Biblioteca della Scuola di Scienze Mediche e Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Genova è destinato agli utenti istituzionali e ai collaboratori esterni e di altre Università italiane o estere. Per accedere al servizio è obbligatorio disporre delle credenziali UnigePASS, salvo che per gli utenti provenienti da altre Università (tra cui gli studenti Erasmus): in quest’ultimo caso verrà utilizzato una modalità speciale di accesso “guest” (ospite).

La sottoscrizione del servizio implica l’assunzione di responsabilità dell’utente relativamente ai seguenti punti:

  • normativa di utilizzo per la rete universitaria GARR, riportata nel documento “Acceptable Use Policy” del Consortium GARR (consultabile alla pagina http://www.garr.it/regole-di-utilizzo-della-rete-aup).
  • norme di buon uso dei servizi di rete, riportate nel documento “Netiquette” dello CSITA (consultabili in fondo alla pagina http://www.csita.unige.it/servizi/posta/posta.html).
  • regolamento d’uso interno della Biblioteca, riportato di seguito per punti. La Biblioteca si riserva il diritto di modificare o aggiornare il regolamento nel corso del tempo senza necessità di preavviso all’utenza, ma si impegna a renderla informata di tale eventualità mediante numerazione progressiva della versione del documento, riportata in calce al presente.

L’utente che accede alla rete di Ateneo si impegna al rispetto delle seguenti regole:

  • Finalità del servizio: le postazioni informatiche della Biblioteca, i software in esse presenti e l’accesso ad Internet possono essere usati esclusivamente per le attività istituzionali di studio e di ricerca
  • Autenticazione: l’autenticazione di studenti, personale e collaboratori dell’Università di Genova avviene esclusivamente mediante le credenziali UnigePASS. L’autenticazione di studenti, personale e collaboratori provenienti da altre Università (per es. studenti Erasmus) avviene mediante uno speciale accesso “guest” (ospite), messo a disposizione di volta in volta dal personale della Biblioteca: in quest’ultimo caso l’utente dovrà mostrare al personale della Biblioteca un documento d’identità in corso di validità e sarà tenuto alla firma di un apposito registro cartaceo in cui verranno riportati nome, cognome, documento d’identità, postazione utilizzata, data ed ora di inizio e fine sessione, il tutto siglato dall’operatore presente in quel momento al front-office.
  • Inizio sessione di lavoro: all’accesso viene creato un profilo utente univoco sulla base delle credenziali UnigePASS utilizzate, oppure un profilo utente “guest” (ospite) nel caso degli utenti provenienti da altre Università. Tutti i profili utente, ed ogni documento in essi eventualmente contenuto, vengono automaticamente cancellati (al termine della sessione di lavoro nel caso degli utenti UnigePASS o, per ragioni tecniche, al termine di ogni giornata lavorativa, nel caso degli utenti “guest”). Qualora, all’accesso, l’utente trovasse un profilo già caricato con le credenziali di un altro utente, è tenuto a disconnetterlo immediatamente e ad effettuare nuovamente l’accesso con le proprie credenziali.
  • Termine sessione di lavoro: per terminare correttamente la propria sessione di lavoro, l’utente è tenuto a disconnettere il proprio profilo utente per mezzo del pulsante “Start” di Windows, cliccando sulla voce “Disconnetti” e poi sul pulsante “OK”. Si sottolinea che l’inosservanza di questa regola potrebbe comportare incidentalmente l’uso del proprio profilo da parte di altri utenti.
  • Durata sessione di lavoro: non sono previsti limiti temporali di permanenza dei singoli utenti presso le postazioni informatiche della Biblioteca, tranne nel caso in cui tali postazioni siano tutte occupate e siano presenti altri utenti in coda, nel qual caso la durata massima della permanenza consentita a ciascun utente è di mezz’ora.
  • Inattività: dopo 3 minuti e mezzo di inattività, il proprio profilo verrà automaticamente disconnesso entro 30 secondi. Tutti i dati non salvati andranno persi. L’utente può interrompere manualmente il conto alla rovescia.
  • Programmi consentiti: è consentito esclusivamente l’uso dei programmi già presenti sulle postazioni informatiche della Biblioteca, accessibili mediante gli appositi collegamenti presenti sul desktop.
  • Dispositivi consentiti: è consentito l’inserimento di CD/DVD e di dispositivi di archiviazione rimovibili quali flash drive USB, smart card e hard disk esterni. All’atto dell’inserimento, i dispositivi esterni vengono automaticamente immunizzati mediante il software USBVaccine della Panda Security: se l’utente è contrario allo svolgimento di questa operazione, l’uso di dispositivi di memorizzazione esterni sulle postazioni informatiche della Biblioteca non è consentito.
  • Privacy: non viene tenuta alcuna traccia della navigazione Internet compiuta degli utenti, salvo qualora richiesto dall’Autorità giudiziaria.

L’utente che accede alla rete di Ateneo si impegna altresì al rispetto dei seguenti divieti:

  • È severamente vietato l’uso di credenziali personali di terzi, nonché la cessione delle proprie credenziali personali a terzi, a qualsiasi titolo e per qualsiasi finalità. L’utente è tenuto a notificare immediatamente l’eventuale perdita di riservatezza esclusiva delle proprie credenziali.
  • È severamente vietato tentare di installare o eseguire programmi che non siano già presenti sulle postazioni informatiche della Biblioteca.
  • È vietato spegnere o riavviare le postazioni informatiche della Biblioteca.
  • È severamente vietato consumare cibi o bevande durante l’uso del servizio.

L’utente si dichiara infine consapevole che ogni violazione ai punti sopra descritti, e più in generale ogni uso improprio delle risorse messe a disposizione, potrebbe comportare, a seconda dei casi e a discrezione del personale addetto, l’interruzione della sessione di lavoro, la disabilitazione temporanea o definitiva dell’accesso al servizio, la segnalazione dell’accaduto agli Organi di Ateneo nonché, per ogni abuso prefigurante conseguenze civili o penali, alle Autorità competenti.

La Biblioteca ringrazia gli utenti per la cortese collaborazione.