gennaio/marzo 2017

GSL Special Publications
GSL Special Publications

Che cosa è?
È una collezione di monografie pubblicate dalla Geological Society of London.
La prima Special Publication fu pubblicata nel 1964 come supplemento del Quarterly Journal of the Geological Society e la serie assunse la sua identità attuale a partire dal 1981. Ogni anno la collezione viene incrementata con la pubblicazione di circa 20 volumi inediti.
Le Special Publications rappresentano una autorevole fonte per tutti i settori delle scienze geologiche, con lavori in tutte le discipline di settore come per esempio: geologia stratigrafica e sedimentologica, geologia strutturale, geografia fisica e geomorfologia, geologia applicata, mineralogia, petrologia e petrografia, geochimica e vulcanologia, georisorse minerarie, geofisica, geofisica applicata, oceanografia, idrogeologia, paleontologia.

Cosa contiene?
La collezione GSL Special Publications contiene più di 430 volumi, pubblicati a partire dal 1964. L’accesso che la Biblioteca ha sottoscritto permette di leggere e scaricare la versione digitale delle pubblicazioni.

Come posso trovare i singoli titoli?
I titoli sono ricercabili:


Di ogni volume è disponibile l’indice dei contenuti ed è possibile leggere e/o scaricare i singoli contenuti/capitoli.
< /p>

Dove posso leggere le GSL Special Publications?
Gli e-book possono essere letti online da qualsiasi dispositivo connesso alla rete di Ateneo (computer, tablet o smartphone), da più utenti contemporaneamente.
Puoi leggerli anche tramite accesso da casa
< /p>

Posso scaricare gli eBook sul mio dispositivo?
Sì, puoi scaricarli, gli eBook sono ad accesso perpetuo. Se la Biblioteca non rinnoverà più la sottoscrizione nel 2018, i volumi pubblicati nel 2017 rimarranno comunque accessibili.
< /p>

In quali formati posso leggere/scaricare gli eBook?
Il formato proposto è solo PDF.
< /p>

[fonte: Geological Society of London]
< /p> Se hai bisogno di supporto rivolgiti al personale della biblioteca


ottobre/dicembre 2016

Ebook BTM 2016
ebook btm 2016

Che cos’è?
È un collezione di e-book pubblicati dai principali editori di area scientifica (tra cui: Springer, Academic Press, Wiley). < /p>

Cosa contiene?
La collezione BTM 2016 contiene 37 titoli pubblicati tra il 2012 e il 2016, non posseduti in formato cartaceo. Si tratta delle ultime uscite dei principali editori internazionali inerenti le scienze biologiche e naturali come: scienze della vita (microbiologia, fisiologia, evoluzione, genetica, neuroscienze), zoologia (morfologia, etologia, ecologia), botanica (fisiologia, botanica forense), ecologia. < /p>

Come posso trovare i singoli titoli?

I titoli sono ricercabili:

    Per ogni volume è disponibile l’indice dei contenuti ed è possibile leggere e/o prendere in prestito (vedi oltre) i singoli contenuti/capitoli.
    Per avere subito un'idea se ci sono ebook di tuo interesse, puoi consultare questo elenco che riporta i titoli in ordine cronologico.

    Dove posso leggere gli eBook BTM 2016?
    Gli eBook possono essere letti online da qualsiasi dispositivo connesso alla rete di Ateneo (computer, tablet o smartphone) da un solo utente alla volta. Per leggere il contenuto online non è necessario autenticarsi con il proprio EBSCOhost account
    Puoi leggerli anche tramite accesso da casa< /p>

    Posso scaricare gli eBook BTM 2016 sul mio dispositivo?
    Sì, ma solo per 7 giorni.
    È un vero e proprio prestito digitale, che ti permette di scaricare e mantenere l’ebook sul tuo dispositivo per 7 giorni al termine dei quali il testo ritorna disponibile per altri utenti. L’accesso può avvenire per un utente alla volta. Ovviamente è sempre possibile riprendere in prestito i volumi. < /p>

    In quali formati posso leggere/scaricare gli eBook BTM 2016?
    I formati proposti sono : PDF e/o Epub (a seconda delle scelte editoriali). < /p>

    Come funziona il prestito degli ebook?
    Per poter prendere in prestito gli ebook BTM 2016 devi creare un account EBSCOhost e installare Adobe Digital Edition (gratuito).
    Leggi ulteriori approfondimenti e FAQ sulla piattaforma EBSCOhost, preparati dai bibliotecari < /p>

    [fonte: ebsco]

    < /p>

    Se hai bisogno di supporto, contatta la bibliotecaria< /p>


    agosto/settembre 2016

    Digital Treatise

    Digital Treatise

    Il Digital Treatise, edito dal Paleontological Institute in collaborazione con University of Kansas Libraries, è la versione digitale della serie Treatise on Invertebrate Paleontology. Dalla pubblicazione del suo primo volume, nel 1953, lo scopo del Treatise è stato quello di presentare in maniera autorevole e completa lo stato della ricerca sugli invertebrati fossili.

    Questa e-book collection fornisce l’accesso online ai 51 volumi già pubblicati (1953-2015 ). Per i nuovi volumi, la versione digitale è disponibile un anno dopo la pubblicazione cartacea.

    Gli e-book possono essere scaricati in formato PDF (volume intero o singoli capitoli) o letti online, direttamente dalle postazioni connesse alla rete di Ateneo o tramite accesso da casa.

    La schermata iniziale, denominata Archives, permette di iniziare subito a scorrere l’elenco dei volumi disponibili secondo il piano di editoriale di pubblicazione.
    Dalla sezione Search è possibile impostare ricerche semplici o avanzate, su tutto il contenuto indicizzato.


    [fonte: sito Digital Treatise] < /p>

    Per ulteriori approfondimenti, contatta la Sede BTM della BSS-MFN


    marzo/luglio 2016

    MathSciNet
    MathSciNet

    Che cos’è?
    MathSciNet è una banca dati bibliografico/citazionale creata, pubblicata e mantenuta dall’American Mathematical Society. Consente di accedere a reviews, abstract ed informazioni bibliografiche nel campo delle scienze matematiche.

    Cosa contiene?
    Offre l'accesso ai dati bibliografici di Mathematical Reviews e di numerose altre pubblicazioni di matematica, per un totale di oltre 3.2 milioni di registrazioni (con un incremento annuo di circa 80.000 record) e di 1.7 milioni di link ad articoli originali a testo pieno.
    La banca dati fornisce anche i dati relativi alle citazioni di riviste, autori ed articoli, e consente perciò di ricostruire la storia e l’influenza di quanto pubblicato nel tempo nel campo delle scienze matematiche (la digitalizzazione del materiale più antico permette di rintracciare dati bibliografici a partire dall’inizio dell’800).

    Come funziona?
    La schermata iniziale permette di iniziare subito una sessione di ricerca, in modo semplice e diretto. È anche possibile personalizzare la visualizzazione dei risultati della ricerca ed utilizzare alcuni strumenti aggiuntivi che consentono di ricercare per le classi della Mathematical Subject Classification o di visualizzare le registrazioni più recenti.
    La banca dati è direttamente accessibile dalla rete dell’Ateneo, senza necessità di autenticazione. Per le condizioni d’uso e le modalità di accesso da postazioni esterne alla rete di Ateneo, consultare l’apposita scheda.
    [fonte: sito MatSciNet] < /p>


    febbraio 2016

    LMN Springer eBook Collection 2005-2015
    Lecture Notes in Mathematics

    Che cos’è?
    È un collezione di volumi in formato cartaceo ed elettronico pubblicati dall’editore Springer. La serie comprende oltre 2000 titoli pubblicati dal 1964 al 2015 nell'ambito delle scienze matematiche e delle loro applicazioni. La tipologia di materiale include ricerche monografiche, lectures e atti di corsi e scuole estive.

    Cosa contiene?
    La sottoscrizione effettuata dalla Biblioteca consente l'accesso alla versione elettronica di oltre 300 titoli pubblicati dal 2005 al 2015, in parte già posseduti in formato cartaceo dalla Sede di Matematica e Informatica.

    Come posso trovare i singoli titoli?
    I titoli sono ricercabili:

      Dove posso leggere gli LNM eBook? Gli eBook possono essere letti online da qualsiasi dispositivo connesso alla rete di Ateneo (computer, tablet o smartphone) e da più utenti contemporaneamente (accesso multiutente).
      Puoi leggerli anche tramite accesso da casa

      Posso scaricare gli LNM eBook sul mio dispositivo? Sì, l’accesso è illimitato e perpetuo. Questo vuol dire che puoi scaricarli sul tuo dispositivo, purchè connesso alla rete di Ateneo (vedi sopra).

      In quali formati posso leggere/scaricare gli LNM eBook? I formati proposti sono : PDF e HTML (per la lettura online).

      [fonte: Springer]

      Per ulteriori approfondimenti e per proporre ulteriore domande, contatta la bibliotecaria


      gennaio 2016

      RSC eBook Collection 2014
      Royal Society of Chemistry eBook

      È un collezione di eBook editi dalla Royal Society of Chemistry.


      Cosa contiene?

      La collezione contiene circa 75 titoli pubblicati nell’anno 2014 nell'ambito delle scienze chimiche. I testi sono di interesse multidisciplinare e trattano argomenti inerenti, solo per citarne alcune, alla biochimica, alla geochimica, alle scienze degli alimenti, alle nanotecnologie, alle scienze dei materiali, alle scienze farmaceutiche, alla diagnostica, alle scienze della terra e della natura, alla tossicologia.
      Tutti i titoli sono DOI indexed per capitolo e tutti i capitoli possono essere consultati e scaricati singolarmente.


      Come trovo gli RSC eBook?

      I titoli sono ricercabili:


        Dove posso leggere gli RSC eBook?

        Gli eBook possono essere letti online da qualsiasi dispositivo connesso alla rete di Ateneo (computer, tablet o smartphone) e da più utenti contemporaneamente (accesso multiutente).
        Puoi leggerli anche tramite accesso da casa


        Posso scaricare gli RSC eBook sul mio dispositivo?

        Sì, l’accesso è illimitato e perpetuo. Questo vuol dire che puoi scaricarli sul tuo dispositivo, purchè connesso alla rete di Ateneo (vedi sopra).


        In quali formati posso leggere/scaricare gli RSC eBook?

        I formati proposti sono tre: PDF, HTML, EPUB.
        Per poter usufruire del formato EPUB da Windows/Mac è necessario installare un software di lettura come, per esempio, Acrobat Digital Editions o Calibre. Per i dispositivi portatili (iPhone, Ipad, tablet Android…) sono necessarie applicazioni di lettura, generalmente già installate, come iBooks e Universal Book Reader.


        [fonte: RSC Publishing]



        Dicembre 2015

        SCOPUS
        logo SCOPUS

        Scopus è una piattaforma bibliografico/citazionale multidisciplinare di letteratura peer-reviewed, edita da Elsevier dal 2000.
        Indicizza il contenuto di 22.245 titoli di periodici e di circa 94.900 libri e atti di convegno, pubblicati da più di 5000 editori diversi nei campi delle physical science, health science, life science e social science (256 categorie disciplinari in totale) [60 milioni di record - dati ottobre 2015]. L’aggiornamento è quotidiano.
        I titoli dei periodici indicizzati sono sottoposti ad un processo di valutazione da parte del Content Selection & Advisory Board sulla base di criteri specifici (journal policy, content, journal standing, regularity, online availability) e se accreditati vengono indicizzati a partire dall’ultimo fascicolo (con un progressivo recupero di tutti i dati pregressi disponibili).
        La copertura è dal 1823, con la massima indicizzazione (metadati completi, abstract e cited references) dei dati a partire dal 1996.
        Integrato con Orcid-ID e Mendeley, permette il controllo delle metriche citazionali (H-Index, altmetrics, IPP, SciVal) e delle funding agencies e viene utilizzato da enti nazionali e agenzie per la valutazione della ricerca.
        Offre accesso diretto al full-text solo per i periodici e i libri compresi all’interno di altri contratti di Ateneo che prevedono accesso a testo pieno (es.: Science Direct, ecc.)
        Il profilo personale, oltre ad offrire strumenti per monitorare, analizzare e visualizzare in modo personalizzato le ricerche, serve per procedure autoriali di correzioni e permette, se associato ad indirizzo email istituzionale, la consultazione fuori rete di Ateneo.
        La schermata iniziale permette di iniziare subito una sessione di ricerca, in modo diretto e semplice.


        [fonte: sito SCOPUS, presentazione Elsevier 2015]


        ottobre-novembre 2015

        WEB OF SCIENCE
        grafica contenuto web of science

        WoS nasce nel 2001 a cura dell’editore Thompson Reuters (TR) per poter interrogare, simultaneamente o meno, i databases: Science citation index (1945- ), Social citation index (1956- ) e Arts & Humanities citation index (1975- ).
        Allo stesso tempo, lancia la piattaforma ISI Web of Knowledge che racchiude in un unico punto di accesso tutti i database, bibliografici e fattuali, di sua proprietà, compreso Web of Science. Nel 2014 l’intero Web of Knowledge prende il nome di Web of Science.
        Web of Science (WOS) è un database bibliografico/citazionale multidisciplinare e copre 250 discipline nei settori delle scienze, delle scienze sociali e delle scienze umanistiche. Effettua lo spoglio e l’indicizzazione di periodici, atti di convegno, libri, brevetti con una copertura dal 1898. Viene aggiornato settimanalmente e si avvale di una piattaforma di ricerca web-based. [dati 2014]
        Nato con l’intento di gestire e analizzare le citazioni, è un potente strumento di analisi citazionale che permette di verificare le relazioni in termini di argomenti tra gli articoli e di valutare il numero di citazioni di un dato articolo e di un dato ricercatore. Per questo è ritenuto, insieme a Scopus, la fonte per l’Impact Factor e l’H-index dall’ANVUR in sede di valutazione della ricerca.
        L’Ateneo di Genova ha accesso ai seguenti databases, pur senza i backfile:

        • Core Collection: Science Citation Index expanded (sci-expanded) (1985-), Social Science Citation Index (ssci) (1985-), Arts & Humanities Citation Index (a&hci) (1985- ), Conference Proceedings Citation Index – Science (1990- ), Conference Proceedings Citation Index – Social Science & Humanities (1990- )

        • KCI.Korean Journal Database (1980- )

        • MEDLINE (1950- )

        • SciELO citation index (1997- )

        La schermata iniziale permette di iniziare subito una sessione di ricerca, in modo diretto e semplice. È possibile , ma non obbligatorio, creare un proprio account per attivare opzioni personalizzate.

        [fonte: sito Web of Science, corso Reference avanzato 2014]


        settembre 2015

        UNOperTUTTI
        grafica spiegazione uno per tutti

        UNO per tutti è il nuovo motore di ricerca che permette, tramite un'unica interrogazione, di ricercare libri, articoli di riviste, e-book, e-journal, banche dati, audio e video delle biblioteche dell'Università e del Comune di Genova e di altre biblioteche sul territorio.
        Contiene:

        • l'intero catalogo delle biblioteche dell'Università di Genova e del Sistema Urbano del Comune di Genova (libri, periodici, tesi, risorse elettroniche per oltre 900.000 record bibliografici, corrispondenti a oltre 1.300.000 copie fisiche)

        • la banca dati multidisciplinare Primo Central (milioni di articoli pubblicati su riviste scientifiche, e-books, risorse online ad accesso libero)

        • il catalogo delle riviste elettroniche e degli e-books disponibili online SOLO per gli utenti dell'Università di Genova (già GenuaLib)

        • le banche dati bibliografiche disponibili online SOLO per gli utenti dell'Università di Genova (tra cui Scopus, Web of Science, Proquest)

        • le banche dati disciplinari specializzate, in abbonamento presso l'Università di Genova

        [fonte: sito UNOperTUTTI]


        spazioinvisibile