"Questa scena ci mancava". Autografi e inediti di Felice Romani, poeta di teatro e giornalista

Mostra bibliografica
a cura di Raffaele Mellace e Stefano Verdino
Biblioteca della Scuola di Scienze Umanistiche, via Balbi 2, Genova
19 novembre – 17 dicembre 2021

Dal 19 novembre al 17 dicembre 2021, presso la Biblioteca di Scienze Umanistiche, in via Balbi 2, sarà possibile visitare la mostra "Questa scena ci mancava". Autografi e inediti di Felice Romani, poeta di teatro e giornalista, a cura di Raffaele Mellace e Stefano Verdino (DIRAAS). La mostra è aperta dal lunedì al venerdì, orario 9-17

Vai alla pagina dedicata alla mostra per ulteriori informazioni e contenuti.

In occasione dell’inaugurazione della mostra, venerdì 19 novembre, presso l'Aula Magna, in via Balbi 2, si terrà un incontro di studi sull’autore seguito da un concerto della Camerata Musicale Ligure.

PROGRAMMA 19 novembre 2021

15.30 Incontro di studi su Felice Romani. Interventi di Alessandro Roccatagliati (Università di Ferrara), Raffaele Mellace e Stefano Verdino (Università di Genova)

16.30 Concerto della Camerata Musicale Ligure (Giovanni Sardo, violino; Marco Moro, flauto; Simone Mazzone, chitarra; José Scanu, chitarra, maestro concertatore) Musiche di Bellini, Rossini, Paganini.

17.30 Visita alla mostra "Questa scena ci mancava". Autografi e inediti di Felice Romani, poeta di teatro e giornalista.

COME PARTECIPARE

Per assistere all'evento in presenza è richiesta la prenotazione via email all'indirizzo: archiviemusei@unige.it, ricevendo una email di conferma. L’accesso all’edificio è consentito previa esibizione del green pass.

E' possibile seguire l'incontro di studi in streaming, via Teams, utilizzando questo link.  Istruzioni: non occorre alcun account MIcrosoft;  da pc selezionare "continua su questo browser"; da mobile scaricare l'applicazione Teams e selezionare "partecipa alla riunione" .

Il Concerto non sarà trasmesso in streaming, ma verrà registrato e messo a disposizione del pubblico successivamente. 

L'esposizione sarà visitabile dal 19 novembre al 17 dicembre, dal lunedì al venerdì, con orario 9-17, presso la Biblioteca della Scuola di Scienze Umanistiche, Via Balbi 2 - Genova.

Per ogni ulteriore informazione scrivere a: archiviemusei@unige.it ; stefano.verdino@unige.it ; raffaele.mellace@unige.it

Tra i più noti librettisti dell’Ottocento musicale italiano ed europeo, autore di più di novanta libretti d’opera per musicisti come Bellini, Donizetti, Rossini, Mercadante, Meyerbeer, Verdi, nasce a Genova nel 1788 da una famiglia legata affettivamente ed economicamente a  Moneglia, dove soggiornò per lunghi periodi e morì nel 1865. Le "Carte di Felice Romani", acquisite dall'Università di Genova su iniziativa del Dipartimento DIRAAS e attualmente conservate presso la Biblioteca Umanistica, contengono manoscritti di libretti d’opera, componimenti poetici e letterari, copie di articoli di giornale oltre ad una fitta corrispondenza intrattenuta con personaggi di rilievo del mondo culturale musicale e politico dell’Ottocento, mostrate per la prima volta al pubblico e messe a disposizione degli studiosi presso la Biblioteca Umanistica. Il Fondo è oggetto di un progetto di catalogazione e digitalizzazione a cura dell'Ufficio "Archivi storici e Musei" del Sistema Bibliotecario di Ateneo.

L'esposizione è a cura di Raffaele Mellace e di Stefano Verdino.

Alessandro Roccatagliati è professore ordinario di Musicologia e Storia della musica all’Università di Ferrara. È condirettore della rivista «Il Saggiatore musicale» e membro italiano del comitato scientifico di «VerdiPerspektiven». Condirige l’Edizione critica delle opere di Vincenzo Bellini di Casa Ricordi, nell’ambito della quale ha curato con L. Zoppelli l’edizione della Sonnambula. La sua produzione scientifica si concentra perlopiù sulla drammaturgia e la storia dell’opera italiana, in particolare sul teatro di Verdi, Bellini, Rossini e Donizetti, con un’attenzione particolare agli aspetti della librettologia. Tra le sue pubblicazioni spicca la monografia Felice Romani librettista (LIM, 1996).

Stefano Verdino è professore ordinario di Letteratura italiana all’Università di Genova. E’ direttore della rivista “Nuova corrente” ed è redattore di “Quaderni montaliani”. E’ socio ordinario dell’Accademia ligure di Scienze e Lettere. Suo ambito di ricerca: Tasso, cultura e librettistica di primo Ottocento, la poesia del Novecento (ha curato il meridiano Mondadori dell’Opera poetica di Mario Luzi, 1998): Tra le sue pubblicazioni: Il re Torrismondo (2007), Genova reazionaria (2012), La buona causa. Storia e voci della reazione in Italia (2017). Collabora alla pagina culturale di “Il Secolo XIX”.

Raffaele Mellace è professore ordinario di Musicologia e Storia della musica all’Università di Genova. È condirettore della rivista «Il Saggiatore musicale» e del M.E.T.A. – Metastasio's Epistolary Texts Archive, e membro del comitato scientifico del «Centre européen de musique» (Bougival, Francia). Suo ambito di ricerca principale è l’opera dal Settecento a oggi. È autore di numerose voci del Dizionario dell’opera a cura di P. Gelli (Baldini & Castoldi, 1996 e successive) e, per l’editore Carocci, delle monografie Con moltissima passione. Ritratto di Giuseppe Verdi (20172) e Il racconto della musica europea. Da Bach a Debussy (20192). Collabora regolarmente col Teatro alla Scala e con diversi enti lirici. 

 

Allegati